Crea sito

Villa Monastero, Varenna – Lecco

In questo articolo vorrei parlarvi di un luogo che ho visitato varie volte e che mi affascina a ogni visita, sto parlando di Villa Monastero a Varenna, in provincia di Lecco.

Villa Monastero rappresenta oggi uno degli esempi più interessanti di residenza in stile eclettico, di grande impatto scenografico e valore simbolico.

Villa Monastero, Varenna

La villa nasce infatti dalla continua ristrutturazione dell’antico monastero cistercense femminile di Santa Maria, la cui prima citazione documentaria certa risale al 1208.

Nel 1569 gli edifici monastici furono venduti a Paolo Mornico, al quale rimasero fino al 1862. Dalla seconda metà dell’Ottocento la villa cominciò a subire una serie di trasformazioni ad opera dei successivi proprietari, che la portarono alla sua attuale veste.

Anche il giardino venne arricchito di piante mediterranee e tropicali. Nel 1918 la proprietà fu confiscata e passò all’ “Opera Nazionale Combattenti”; venne poi venduta al Dott. Marco De Marchi, che la lasciò in donazione all’Istituto Italiano di Idrobiologia che porta il suo nome.

Villa Monastero

Umanisti, storici, artisti e scienziati di fama internazionale, tra i quali anche il premio Nobel Enrico Fermi, onorano della loro presenza Villa Monastero dal 1953, quando divenne sede di convegni e centro studi di elevato livello.

Dal 1977 il compendio immobiliare è di proprietà del C.N.R. (Consiglio Nazionale delle Ricerche).

A partire dal 1996 la nuova Provincia di Lecco è subentrata nel servizio culturale qualificato in ambito congressuale, stipulando con il C.N.R. un accordo di comodato e costituendo l’Istituzione “Villa Monastero”.
La Provincia cura le opere di restauro conservativo e di consolidamento statico del complesso, anche grazie ai contributi della Fondazione Cariplo.

Villa Monastero è anche una Casa Museo, grazie all’abbondanza di testimonianze lasciate nel tempo dai suoi proprietari; quattro secoli di storia, gusto e stile che si sovrappongono e si fondono formando un gioiello sul Lago di Como.
Nei 14 ambienti interamente arredati, dalla sala del Bigliardo a quella della Musica, dal salottino Mornico alla camera padronale, i visitatori hanno la possibilità di vivere in prima persona nel passato, ammirando la raffinatezza delle decorazioni e degli arredi, la ricchezza dei materiali e la varietà degli stili.

Villa-Monastero-interno

Se vi può interessare potete scaricare la Brochure Casa Museo Villa Monastero.

Il giardino costituisce probabilmente l’attrattiva più celebrata di Villa Monastero.

Villa Monastero

Affacciandosi lungo la sponda orientale del lago di Como, su una lingua di terra che si allunga da Varenna in direzione Fiumelatte, esso è opera di secolare artificio che adattò i fianchi scoscesi della rupe a un disegno scenografico.

La disposizione del terreno in terrazzamenti ha favorito l’articolazione del giardino in una sequenza di inquadrature diverse con qualche elemento ricorrente, come i filari di cipressi lungo il viale d’accesso alla Villa, che caratterizzano l’ambiente, cedri del
Libano, oppure siepi sempreverdi.

Di particolare interesse sono le specie arboree esotiche disseminate per tutto il giardino, che dimostrano anche la felice situazione climatica di Varenna: palme africane e americane, agavi, yucche, dracene, agrumi e oleandri, oltre che ad alcune rarità botaniche quali l’Erythea Armata, palma a grandi foglie argentee a forma di ventaglio.

Anche gli elementi architettonici che arredano il parco rispondono allo stesso criterio di varietà: balaustre, statue, tempietti, vasi, vere da pozzo e fontane, fino al kaffe-haus al limite estremo verso Fiumelatte, richiamano gli stili dal barocco al classico fino al moresco.

Villa Monastero

Nell’arredo del giardino il pezzo di maggiore pregio è il gruppo scultoreo della Clemenza di Tito, opera dell’artista neoclassico Giovan Battista Comolli, qui trasportata da Walter Kees sul finire dell’Ottocento.

Il parco riveste quindi un interesse notevole sia per il valore storico, sia per la ricchezza di specie vegetali, sia perché costituisce un ottimo motivo di relax per i visitatori.

Se vi può interessare potete scaricare la Brochure del Giardino Botanico Villa Monastero.

Come arrivare:

In auto da Milano, SS36 in direzione Lecco, da Lecco seguire la S.Prov.72, svincolo per Abbadia Lariana-Mandello-Varenna.

In treno: dalla Stazione Centrale, linea Milano–Sondrio-Tirano, fermata Varenna.

Per informazioni e prenotazioni potete visitare il sito: Villa Monastero

Villa Monastero

Commenta con Facebook

commenti

3 Responses to Villa Monastero, Varenna – Lecco

  1. Samantha Scarlett ha detto:

    Che posto meraviglioso!
    Qui in Italia abbiamo veramente delle meraviglie che neppure immaginiamo.
    Grazie per avermela fatto scoprire. E’ diverso tempo che maturo l’idea di fare un viaggio in alcune zone del nord Italia che non conosco (sono salernitana).
    Grazie per avercelo fatto conoscere 🙂

  2. melissa ha detto:

    Che spettacolo, non ci sono mai stata ma sicuramente è da visitare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *